SICUREZZA INFORMATICA

FIREWALL

Che cosa è il Firewall?

La traduzione letterale di Firewall è “muro di fuoco”.
Il Firewall è una componente di difesa perimetrale, hardware o software, che utilizza un insieme di regole per controllare il traffico dati in entrata e in uscita.

A cosa serve il Firewall?

Il Firewall serve a garantire la sicurezza informatica di una rete. Il Firewall blocca i tentativi di connessione al tuo computer o alla tua rete informatica.
E’ una sorta di barriera tra un network sicuro e affidabile  e un network inaffidabile. Perciò il solo traffico consentito a passare su una rete è quello autorizzato dalla policy del Firewall; il resto del traffico viene bloccato.

Perchè dotarsi di un Firewall?

La caratteristica basilare del Firewall è quella di proteggere la sicurezza perimetrale dell’azienda. E’ come mettere l’antifurto e la videosorveglianza a casa: crea una barriera, ti avverte subito se c’è qualcuno che sta tentando di violare il tuo appartamento e puoi controllare immediatamente cosa sta accadendo.
Su un firewall, a seconda del modello, sono attivabili diversi livelli di protezione. Content filtering, Vpn o ssl Vpn, Intrusion prevention system, App controll, Gateway antivirus, Antispam, Real time black list, Junk box, Ldap security, Dhcp server, High availability, Geo ip filter, Bot filter, Logging e report.

VPN

Cos’è una VPN e perché è fondamentale usarla per proteggersi

Cosa consente l’uso di una VPN?

Il funzionamento di base delle VPN, infatti, crea un tunnel virtuale tra il nostro computer e un server sicuro di proprietà del fornitore del servizio VPN. Tutto il traffico che effettuiamo passa in modo criptato dal computer al server, per poi uscire “normalmente” (quindi criptato per HTTPS e in chiaro per HTTP, FTP, e altro) su Internet.
In sintesi, questo permette di navigare in modo privato e sicuro anche nelle reti Wi-Fi pubbliche. Si tratta di reti dove normalmente chiunque potrebbe spiare quali siti stiamo visitando o le password che inseriamo in alcuni portali che non usano HTTPS.

Mai sottovalutare la privacy online

Cosa si può fare con una rete VPN?

Utilizzando una rete VPN è possibile proteggere le attività su internet sia al fornitore del servizio che a strumenti governativi; ci si protegge da attacchi di hacker quando si è collegati a Wi-Fi libere e pubbliche; si puo consultare internete e le proprie connessioni verso i server aziendali in totale sicurezza

Come funziona una rete VPN?

Se si vuole navigare in sicurezza e anonimato con la rete protetta VPN, bisogna attivare una connessione VPN tramite appositi software e server VPN.
Quando ci si collega su internet, ci si sta connettendo al server del proprio fornitore internet che a sua volta si collega sui siti web che si vogliono visitare, tutti dati sono visibili al fornitore del proprio ISP e propri dati sono esposti a possibili hacker, malintenzionati o software Ransomware.

Inoltre, tutti i dati del computer che vengono trasmessi sono criptati risultando invisibili agli occhi indiscreti, gli unici a sapere i movimenti in rete sarete voi e il servizio VPN scelto.
Il fornitore di Internet non può più avere accesso a nessun tipo di dato, può solo sapere che state usando un server VPN senza però vedere i vostri movimenti, scoprire i siti che visitati o i dati sensibili.

ANTIVIRUS Cloud

Protezione Endpoint end-to-end

Le nostre soluzioni PANDA in cloud   bloccano un ampio spettro di minacce, grazie al suo approccio alla protezione PANDA endpoint si basa sul concetto di difesa in profondità. Si differenzia dai sistemi tradizionali, che adottano un’unica tecnica principale.

PANDA usa una combinazione tra tecniche fondamentali (tradizionali) e tecniche moderne (next-gen Cloud) ad oggi soluzioni leader di mercato. Active Defense consolida in un’unica soluzione il rilevamento antimalware riconosciuto leader di settore, la migliore struttura di difesa contro gli exploit ed i Ransomware il nostro sistema integrato di rilevamento e risposta alle minacce endpoint (Endpoint Detection and Response, EDR).

Tutto il potere di una rete neurale di Deep Learning

Prevenzione contro le minacce, a livelli mai visti prima. L’intelligenza artificiale integrata in PANDA End Point è una rete neurale di Deep Learning, ovvero una forma avanzata di Machine Learning in grado di rilevare sia malware noti che sconosciuti, senza utilizzare le firme.

Il Deep Learning rende PANDA End Point una soluzione più intelligente, più scalabile e a performance più rapida, rispetto alle soluzioni di protezione endpoint basate sul Machine Learning tradizionale o sul solo rilevamento in base alle firme.

GDPR

GDPR cosa fare e chi riguarda

Aggiornamento agosto 2018 – Dal 25 maggio la comunicazione di aziende e professionisti in Italia e in Europa cambierà totalmente con l’entrata in vigore del GDPR – General Data Protection Regulation, cioè l’aggiornamento della normativa sulla Privacy che prevede multe salate per chi non la rispetterà.

Il cambiamento riguarda sia le aziende sia i professionisti che si promuovono online, ma anche il consumatore finale che lascia i propri dati per ricevere un servizio.

COS’È LA GDPR E CHI RIGUARDA
Il Regolamento Privacy Europeo è un aggiornamento dell’attuale vigente decreto legislativo 196/2003 “Il Codice Privacy”, redatto prima dell’avvento di Internet e quindi obsoleto.

Riguarda i dati delle Persone Fisiche (privati cittadini) come nome, cognome, età, sesso ma anche email, numero di telefono e simili, che in ambito digitale hanno un valore altissimo, in quanto considerati “moneta di scambio” per accedere a prodotti e servizi.

Ol GDPR non riguarda il trattamento dei dati Aziendali, questi dati per altro non solo solo pubblici ma devono essere liberamente consultabili.

Il Regolamento si integra con la norma Cookie law introdotta alcuni anni fa per la gestione dei siti Internet che trattano dati di persone fisiche (privati cittadini).

Il GDPR riguarda le persone fisiche e non le aziende, ma non c’è distinzione tra B2B e B2C. Nel momento in cui la nostra attività richiede di raccogliere una o più di queste informazioni ne diventiamo titolari e quindi responsabili.

GDPR PRINCIPI FONDAMENTALI INTRODOTTI

privacy by design, cioè il sistema di trattamento dei dati deve essere concepito sia a livello strutturale sia a livello concettuale alla base (by default) del progetto che si vuole mettere online. Dovrà quindi essere strutturato per prevenire e non per correggere eventuali falle nella riservatezza e protezione dei dati, potendo adottare liberamente le misure tecnologiche per farlo.

accountability, indica che l’intera responsabilità del dato ricade su chi lo richiede che pertanto dovrà progettare il sistema di trattamento in modo da garantire la conservazione dei dati, evitandone perdite, furti e altro.

GDPR FIGURE PRINCIPALI INTRODOTTE:

titolare del dato, colui che richiede i dati DPO – Data Protection Officer, colui che sovraintende il trattamento nel rispetto delle normative incaricato, colui o coloro che “metteranno le mani” sul database.

DOVE SIAMO

Sede e Magazzino:
Via Monte Grappa 10,
12046 Montà D’alba (CN)
Sede Secondaria: 
Via Enrico Toti, 2
10078 Venaria Reale (TO)

 

 

 

CONTATTI

Tel. 0173-975024 | Tel. 0173-976821 | Cell. 3358365277

E-Mail info@sintecinformatica.it
E-Mail info@cert.sintecinformatica.it

}

ORARIO

ORARIO UFFICIO:
dal Lunedì al Sabato
MATTINO 9 - 13
POMERIGGIO 14 - 19.00

 

en_GBEnglish
it_ITItalian en_GBEnglish